Categoria: Pollini > i temi su cui riflettere

Elusione informativa: quando le notizie sono «troppo»

E poi, arriva il momento di staccare la spina. Dalle notizie. Per il timore che siano, per l’ennesima volta, brutte, se non orrende, e ci facciano sentire a disagio. Così le evitiamo.

Il giornalismo costruttivo e la saggezza degli stoici

La migliore eredità della filosofia stoica è stata raccolta dal giornalismo costruttivo. Un lascito confortante, in grado di mantenere ragionevoli e saldi, soprattutto di fronte ai problemi.

Che fine ha fatto la passione per la verità?

Eravamo rimasti a: che fine ha fatto la buona educazione? Certo, è preoccupante. Ma non è nulla, se pensate alla fine che pare stia facendo la verità nell’informazione.

Giornalisti si nasce, poi si diventa

È il mestiere più bello del mondo. Anzi: secondo la celebre battuta di Luigi Barzini Jr, fare il giornalista è sempre meglio che lavorare. Ma ci si nasce o ci si diventa?

Informazione: ai lettori svantaggiati chi pensa?

I giornalisti sono un conglomerato di gente che se la tira. Immagino che ci avrete già fatto caso, vero? Hanno sempre l’atteggiamento spocchioso di chi si rivolge alla propria cricca.

Torna a casa, giornalista!

È un mestiere maledetto, quello del giornalista. Perché chi informa è calamitato in ogni momento dalla realtà esterna. E rischia di perdere di vista il proprio paesaggio interiore.

Keep calm and… fai il giornalista

Forse non ci avete mai pensato, ma la prima qualità che dovrebbe possedere chi fa informazione è la calma. La forza tranquilla di chi osserva il mondo e prova, con pacatezza, a raccontarlo.

Natura, maestra di vita e di comunicazione

Esporsi allo sguardo della natura aiuta a comunicare meglio. Con noi stessi e con gli altri. A me sembra autoevidente, ma vorrei provare, insieme a voi, a rintracciarne le ragioni.